Quali sono le principali differenze tra uno psicologo, uno psicoterapeuta e uno psichiatra?

//Quali sono le principali differenze tra uno psicologo, uno psicoterapeuta e uno psichiatra?

Quali sono le principali differenze tra uno psicologo, uno psicoterapeuta e uno psichiatra?

Spesso si fa molta confusione riguardo alle figure professionali dello psicologo, psicoterapeuta e psichiatra, a tal fine, sarà utile fare chiarezza per comprendere gli specifici ambiti e le aree di intervento.

Lo psicologo ha conseguito una laurea in psicologia e per esercitare la professione dello psicologo deve aver superato l’esame di Stato ed essersi iscritto all’Albo della Regione di appartenenza. Lo psicologo fornisce consulenze psicologiche e si limita ad attività di valutazione del funzionamento mentale tramite la somministrazione di test.

Lo psicoterapeuta possiede in più gli strumenti e le tecniche per intervenire sul problema e per svolgere attività di cura, differenti per ogni approccio di psicoterapia (psicoterapia cognitivo-comportamentale, psicoterapia familiare, psicoanalisi, psicoterapia ad orientamento psicodinamico ecc.).

Questo sottolinea la reale differenza tra la figura dello psicologo e quella dello psicoterapeuta. Ci si può pertanto rivolgere ad uno psicologo per un primo ascolto, un orientamento, una valutazione psicodiagnostica o una consulenza.

Se si ha intenzione di intraprendere una psicoterapia non occorre rivolgersi ad uno psicologo, in quanto, non ha il titolo richiesto per fornire questa prestazione. In sintesi, lo Psicologo non può fare psicoterapia e, in nessun caso, può prescrivere psicofarmaci.

Solo la figura dello psicoterapeuta può prendere in carico un paziente e ad avviare un percorso psicoterapeutico vero e proprio.

Come si diventa psicoterapeuti? Lo psicoterapeuta è, in primis, un professionista laureato in Psicologia o in Medicina, che ha conseguito una specializzazione post-universitaria di almeno 4 anni in Psicoterapia, presso scuole di specializzazione universitarie o istituti privati riconosciuti dal M.I.U.R.

Lo psichiatra, invece, è un professionista laureato in medicina con una specializzazione in psichiatria e per questo motivo, tratta i disturbi psichici e le malattie mentali attraverso l’utilizzo di psicofarmaci.

Lo psicologo-psicoterapeuta può prescrivere i farmaci? No, lo psicologo-psicoterapeuta non essendo un medico laureato in medicina non può prescrivere farmaci in quanto non abilitato dalla sua formazione professionale. Per questo motivo, spesso psichiatri, psicologi e psicoterapeuti collaborano per fornire supporto alla stessa persona, utilizzando competenze diversificate che in sinergia possono potenziare il loro effetto.

2020-03-07T18:27:15+00:00 07/03/2020|